Cosa mangiare con la pressione alta? Le pere!

906

Quante volte vi siete domandati cosa mangiare con la pressione alta? Perché in un modo o nell’altro sapete che l’alimentazione gioca un ruolo importante nella gestione della pressione, infatti non sbagliate! Mangiare i corretti alimenti può fare una differenza concreta!

Le pere sono un ottimo alimento per chi soffre di ipertensione! Sapevate che esistono più di 400 tipi di pere differenti? Ma alcune proprietà sono comuni a tutte, infatti tutte le pere apportano tantissimi benefici al nostro organismo, aiutandoci tra le altre cose a mantenere controllati i livelli di pressione arteriosa e prevenendo l’insorgenza di malattie cardiovascolari gravi come l’ipertensione arteriosa.

Possono però avere anche delle controindicazioni, che qui sotto vi spiegheremo più nel dettaglio.

Quali benefici portano le pere al nostro corpo?

Ricca di vitamine, fibre e sali minerali la pera si rivela un perfetto alimento da consumare durante la giornata. Mattina, pomeriggio e sera questo frutto è sempre idoneo per l’organismo, infatti a differenza di altri non risulta mai pesante o poco digeribile.
Possiamo inoltre considerare questo frutto come un vero e proprio alleato nella lotta contro l’ipertensione arteriosa. Le vitamine del gruppo A e B infatti contrastano l’azione negativa apportata al nostro organismo dai radicali liberi. Questi vanno eliminati perché oltre ad accelerare l’invecchiamento cellulare, innalzano i livelli di pressione arteriosa, causando delle pericolose oscillazioni durate la giornata.
Tra i sali minerali troviamo il potassio che oltre a reidratare la pelle agisce anch’esso in modo positivo sul trend pressorio di ognuno di noi.
Le pere sono inoltre una fonte di antiossidanti che ci aiutano a controllare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Per queste proprietà benefiche la pera è consigliata per chi vuole prevenire e combattere tutte le malattie cardiovascolari.
Naturalmente il consumo regolare di pere contribuisce anche ad alleviare alcuni problemi fisici, come ad esempio la stitichezza.

Controindicazioni del consumo eccessivo di pere

Generalmente la pera è un alimento molto positivo per l’organismo, ma in alcune circostanze può rivelarsi totalmente l’opposto a causa di alcune controindicazioni. Come in tutte le cose non si deve mai esagerare infatti se si consuma una quantità eccessiva di pere queste possono portare molti disturbi soprattutto a livello intestinale. Possedendo delle proprietà lassative, è sì adatta a chi soffre di stipsi, ma non farà particolarmente bene a chi invece ha spesso scomodi eventi di dissenteria, quindi viene sconsigliato il consumo a tutti i soggetti che sono affetti da problemi intestinali gravi o meno, perché se assunte potrebbero aumentare il disagio di situazioni già di per sé difficili.
La pera, inoltre, potrebbe essere la causa di allergie crociate (si tratta di un’allergia alimentare scatenata da una ipersensibilità ai pollini. Le persone colpite reagiscono in modo allergico a più sostanze apparentemente indipendenti l’una dall’altra, come in questo caso la betulla e le pere), infatti quelle persone che risultano essere allergiche ai pollini di betulla, non dovrebbero consumare pere.

Quindi cosa mangiare con la pressione alta?

Le pere sono ricche di sostanze benefiche per la nostra salute, ci aiutano a combattere le malattie cardiovascolari e a ridurre i livelli di pressione arteriosa, ma state attenti a non esagerare. Inoltre se non avete mai consumato questo frutto chiedete consiglio al vostro medico, perché potrebbe causare delle scomode allergie crociate.

Vuoi sapere di più su cosa mangiare con la pressione alta? Scopri il mondo di AMICOMED per imparare a gestire e controllare la tua pressione arteriosa in maniera naturale, semplici cambiamenti delle tue abitudini alimentari e la giusta quantità di attività fisica ti permetteranno di ottenere i risultati sperati!

Bibliografia scientifica di seguito: