Stile di vita salutare per limitare i fattori di rischio

150

Uno stile di vita salutare può portare enormi giovamenti al sistema cardiovascolare se si pensa che molti dei fattori di rischio sono legati ad abitudini di vita scorretti.

Cosa sono i fattori di rischio

I fattori di rischio possono derivare da stili di vita non corretti, fattori ambientali e biologici. Sono quelle caratteristiche e cattive abitudini che possono variare il nostro stato di salute, rischiando di peggiorare la nostra situazione clinica. Ecco quindi quali fattori definiscono uno stile di vita salutare: mangiare in modo sano ed equilibrato, abolire il fumo, ridurre il consumo di alcool e soprattutto svolgere attività fisica in modo costante.
Queste sono le regole principali che ci aiutano a prevenire e combattere le malattie cardiovascolari che se non controllate possono causare ictus, infarto e danno d’organo.

Fattori di rischio modificabili e stile di vita salutare

I fattori di rischio che inducono mortalità per cause cardiovascolari possono essere: l’ipertensione arteriosa, l’obesità, il diabete e un eccesso di lipidi plasmatici (colesterolo e trigliceridi). Tra questi l’ipertensione arteriosa è il maggiore fattore di rischio. Questa è infatti una delle malattie cardiovascolari più pericolose, perché spesso è priva di sintomi. L’ipertensione arteriosa, cioè la persistenza di valori pressori alti, rappresenta il fattore di rischio più importante per ictus, infarto del miocardio, insufficienza renale e altre. Un più intenso controllo della pressione arteriosa può diminuire il rischio di incorrere in danno d’organo. AMICOMED è un esperto nella gestione dell’ipertensione, infatti ti aiuta a comprendere meglio l’andamento della tua pressione arteriosa nel tempo.

Queste malattie vengono chiamate fattori di rischio “modificabili” perché appunto variando le nostre abitudini scorrette queste possono essere combattute e gestite.
AMICOMED crede che stili di vita corretti possano far bene al nostro corpo e alla nostra mente, modificare le cattive abitudini ci aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari e gestire la pressione arteriosa.

Fattori di rischio non modificabili

Esistono però delle caratteristiche che non possono essere modificate per questo vengono definite fattori di rischio non modificabili. Tra queste caratteristiche troviamo l’età, che è il fattore più significativo, poiché la maggior incidenza dell’evento cerebrovascolare aumenta con l’età e, a partire dai 55 anni, raddoppia per ogni decade. La seconda caratteristica è il sesso di appartenenza in quanto gli uomini sono più a rischio delle donne, mentre e la terza è la predisposizione familiare.

Conclusioni

Vi ricordiamo che i fattori di rischio modificabili sono tutti prevenibili e quindi modificabili adottando uno stile di vita salutare. Bisognerà quindi: svolgere attività fisica in modo costante, eliminare il fumo, diminuire l’abuso di alcolici e consumare sempre cibi sani in modo ben bilanciato.

 

Bibliografia scientifica di seguito: