I benefici dello sci di fondo

230

Quali sono i benefici dello sci di fondo sulla nostra salute?

I benefici dello sci di fondo possono essere numerosi, infatti questa attività viene considerata uno sport completo: sono davvero molti i benefici che può apportare all’apparato cardiocircolatorio, respiratorio e muscolare. Questo sport permette inoltre di migliorare il tono muscolare delle gambe e delle braccia.
Tali benefici dello sci di fondo sono dovuti al movimento continuo di avanzamento degli sci e delle racchette, rispettivamente con gambe e braccia, per muoversi sulla pista. Nella fase di avanzamento e spinta, invece, viene tonificata la muscolatura dei glutei.

Sci di fondo per prevenire e combattere le malattie cardiovascolari

Vi ricordiamo l’importanza dell’attività fisica, se svolta in maniera regolare, nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari. Fare sport in modo costante, senza esagerare, ma con sessioni continuative e stabili che abbiano una lunga durata con una bassa intensità di sforzo, è una delle prime buone abitudini che possiamo apportare.
Praticare sci di fondo con una durata minima di 30 minuti, anche se a bassa intensità di sforzo, aiuta a migliorare l’efficienza cardiaca, stimolando la capacità del cuore di pompare sangue nei vasi. Inoltre la capacità respiratoria complessiva e dei singoli atti respiratori viene potenziata.

Lo sci di fondo è uno sport che può essere praticato da soli o in gruppo. Uno studio scientifico ha dimostrato che, praticando questa disciplina in compagnia, chi fa capo al gruppo svolge un maggiore sforzo e riporta frequenze cardiache più elevate rispetto ai gregari. Questo si traduce in un maggiore dispendio energetico per colui che si trova a capo del gruppo. Fate attenzione però a non sforzarvi troppo se non siete allenati, in quest’ultimo caso è meglio procedere con la propria andatura, anche se più lenta. Consigliamo infatti di verificare sempre di essere in grado di parlare durante l’attività fisica, in caso contrario è meglio rallentare o addirittura fermarsi. Inoltre è consigliato scegliere tracciati che siano adatti alla propria condizione di allenamento e di salute.

Lo sci di fondo può quindi aiutare a controllare e gestire malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa. Svolgendo questa attività, infatti, è possibile abbassare la pressione arteriosa.

Ipertesi prestate attenzione all’altitudine

Se siete ipertesi, vi ricordiamo che potrete frequentare la montagna fino a 3000 metri solo se in terapia ed in uno buon stato di compenso. Salendo in quota anche la terapia antipertensiva può subire variazioni, dal momento che la risposta dell’organismo allo stress della quota, allo stress fisico e al freddo portano ad un incremento della pressione arteriosa.

Quali precauzioni deve prendere un iperteso in montagna

Limitare l’attività fisica nei primi giorni di soggiorno in montagna ed evitare gli sforzi nelle due ore seguenti i pasti o in condizioni climatiche non buone, ovvero con troppo freddo o troppo caldo.
Occorre adottare un corretto stile di vita ed un’alimentazione sana quali idonee forme di prevenzione, controllando il peso corporeo, evitando il fumo e l’eccesso di alcolici.
La cosa più importante è che si chieda sempre consiglio al medico prima di fare nuove esperienze.

Lo sci di fondo è uno sport completo e adatto a tutti che fa bene alla salute in generale. Infatti i benefici dello sci di fondo possono riguardare l’apparato cardiovascolare, la pressione arteriosa e l’apparato muscolo-scheletrico.

Bibliografia scientifica di seguito: