Zenzero e pressione alta

207

Basta pressione alta e colesterolo cattivo con lo zenzero

Lo zenzero anche conosciuto come Ginger può essere usato come valido aiuto per la prevenzione e la cura delle cause che portano all’insorgenza di malattie cardiovascolari. È una pianta erbacea con moltissime proprietà benefiche che troviamo racchiuse all’interno del rizoma (una modificazione del fusto).
Negli Stati Uniti la FDA, Food and Drug Administration, lo ha riconosciuto come “safe”, per quanto l’assunzione di zenzero abbia anche delle controindicazioni, sia per eventuali interazioni con altri medicinali, sia per specifici disturbi per lo più legati all’apparato digerente, per questo motivo vi raccomandiamo di prestare attenzione e di chiedere consiglio al vostro medico prima dell’assunzione.

Zenzero e pressione alta: benefici antiossidanti

Secondo gli esperti il rizoma dello zenzero avrebbe proprietà antiossidanti. Ecco quindi spiegata la relazione tra zenzero e pressione alta, a favore di chi vuole abbassare i propri livelli pressori. Gli antiossidanti servono a combattere l’ossidazione, infatti, oltre ad intervenire sull’invecchiamento della pelle e delle cellule, favoriscono il contrasto dei radicali liberi che, come abbiamo più volte detto, sono alcuni tra i principali nemici delle malattie cardiovascolari. L’azione positiva degli antiossidanti ostacola l’innalzamento dei livelli di pressione arteriosa causata dai radicali liberi.

Combatte il colesterolo cattivo

Molti studi hanno dimostrato che lo zenzero può ridurre in modo significativo i livelli di colesterolo cattivo presenti nel sangue. Tenendo sotto controllo i livelli di colesterolo, si possono prevenire e combatte tutte le malattie cardiovascolari che potrebbero causare infarti, ictus e danno d’organo.

Combattere il diabete

Uno studio condotto presso l’Università di Sidney ha dimostrato che lo zenzero può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue nei pazienti diabetici. Gli esperti hanno osservato che gli estratti di zenzero riescono ad aumentare la quantità di glucosio assorbita dai muscoli indipendentemente dal tasso di insulina nel sangue. Il merito sarebbe dei gingeroli contenuti nei fiori di zenzero.

Ridurre i dolori artritici

Uno studio condotto di recente in Danimarca ha evidenziato che uno specifico estratto di zenzero può risultare più efficace dei medicinali nell’alleviare i dolori artritici. Gli esperti hanno esaminato in vitro la risposta delle cellule, sane o affette da artrite e gli effetti sono stati sorprendenti.

Conclusioni

Zenzero e pressione alta è un binomio che può funzionare. Lo zenzero, ricco di antiossidanti e vitamine del gruppo K, può intervenire nella gestione dell’ipertensione, infatti, è considerato un valido rimedio naturale per abbassare i livelli di pressione arteriosa. Fate attenzione però all’interazione di questa pianta con alcuni farmaci.

Lo zenzero ci può aiutare a prevenire e controllare le malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa.

Bibliografia scientifica di seguito: