Un dolcificante con effetto antipertensivo

424

Stevia dolcificante che aiuta la nostra pressione

Viene dalle montagne del Brasile e del Paraguay, ha una capacità dolcificante naturale che è di centinaia di volte superiore a quella dello zucchero, non contiene calorie e sembra avere un effetto antipertensivo. Si tratta della stevia, pianta da pochi anni entrata in commercio, il cui utilizzo è stato ammesso anche in Italia.
I principi attivi edulcoranti si estraggono principalmente dalle foglie seccate e disidratate. La nuova fogliolina verde è denominata internazionalmente anche sweetleaf o sugarleaf.
Si tratta di una piccola pianta perenne, che appartiene alla famiglia delle Compositae o Asteraceae, arriva dal sud America e ha un’enorme capacità dolcificante. I principi attivi sono lo stevioside, il rebaudioside A, il rebaudioside C, la dulcoside A. La pianta dolcificante è nota proprio come stevia rebaudiana, da Rebaudi, lo scopritore delle sue proprietà edulcoranti. In natura sono state infatti descritte più di 150 specie di stevia, ma la rebaudiana è l’unica ad avere anche importanti proprietà dolcificanti.

Uso come anti-colesterolo

L’estratto, utilizzato all’interno di un programma di sana alimentazione, contribuisce a ridurre significativamente la concentrazione di colesterolo, trigliceridi e LDL nel sangue.
Inoltre la stevia viene usata nelle diete alimentari nei casi di obesità, in quanto il suo utilizzo elimina la “smania” da cibo e , in generale, contribuisce a mettere a tacere la “fame psicologica” di carboidrati (pane, pasta, ecc.) e di dolci;

Uso come antipertensivo

Grazie alle doti antiossidanti, la Stevia può incrementare la resistenza del sistema immunitario, diminuisce i rischi cardiovascolari (arteriosclerosi) proteggendo la pareti vascolari proprio per questo ha un effetto antipertensivo naturale. Inoltre le sue proprietà antiossidanti hanno effetti positivi contro l’invecchiamento della pelle.

Uso come dolcificante

La stevia rappresenta dunque un nuovo modo di dolcificare bevande e alimenti. Tra le varie possibilità più o meno naturali per rallegrare il palato, si possono annoverare, come dolcificanti già in commercio, i vari tipi di malto e sciroppi, il succo di agave, d’uva o di mela concentrati, il miele, la melassa, lo sciroppo d’acero o l’amasake. A seconda della modalità di impiego può risultare più o meno dolce: la stevia si può consumare sia in foglie fresche sia sotto forma di estratto disidratato, polvere, o concentrato liquido.

La stevia per dolcificare con effetto antipertensivo

 

Bibliografia scientifica di seguito: