Stipsi e ipertensione non vanno sottovalutate

4579

Effetti secondari dell’ipertensione

La stipsi non deve essere mai sottovalutata e può essere causata dall’utilizzo di farmici per combattere l’ipertensione. È generalmente accettato che una normale funzionalità intestinale abbia tre o più scariche la settimana. Esse devono essere indolori, non richiedere un eccessivo sforzo e devono dare un senso di soddisfazione allo svuotamento. Non è quindi necessario avere una scarica al giorno. La stipsi è perciò il passaggio di feci dure meno di tre volte la settimana e può associarsi a gonfiore addominale, a dolori crampiformi, a meteorismo e ad un senso d’evacuazione incompleta.
Vi sono molte cause che determinano la stipsi perché qualsiasi situazione (abitudini sbagliate, farmaci, cibi, ecc.) che ne rallenta il passaggio delle feci attraverso il colon o ne riduce il contenuto d’acqua determinerà la stitichezza. Vi sono molti farmaci che possono causare la stitichezza, gli antiacidi contenenti alluminio, molti antidolorifici e qualche farmaco per la cura dell’ipertensione arteriosa, del morbo di Parkinson, della depressione e delle malattie cardiovascolari. Se la dieta è povera di fibre, le feci contengono meno acqua e sono meno formate e per tale motivo viaggiano per il colon più lentamente. Una cattiva abitudine come reprimere lo stimolo alla defecazione può portare alla stitichezza. L’uso eccessivo di lassativi, spesso utilizzati da soggetti che sono fermamente preoccupati di dover andare di corpo ogni giorno, può portare a situazioni pericolose. I lassativi o purganti possono determinare un’eccessiva perdita di liquidi e minerali come il potassio ed il sodio e possono anche ridurre l’assorbimento di vitamine e di nutrienti. L’inconveniente di un utilizzo eccessivo di lassativi è quello di dare da un lato assuefazione e dall’altro di poter provocare un eccesso di motilità intestinale trasformando una stitichezza cronica in colite spastica. Inoltre l’uso cronico di tutti i tipi di lassativi può causare seri problemi generali come: ipertensione arteriosa, disidratazione con rischi per la funzionalità renale, aritmia cardiaca e può perfino dare stitichezza paradossa per l’indebolimento della muscolatura del colon e come risultato il colon non riesce più a svolgere la sua funzione autonomamente ma solo con l’ausilio dei purganti, il cosiddetto “colon da catartici”. Si possono prendere degli accorgimenti per contrastare una stipsi fastidiosa.
Queste raccomandazioni possono essere un’alternativa all’uso quotidiano di lassativi:

  • bere almeno 8-12 bicchieri d’acqua o altri liquidi al giorno
  • associare delle fibre alla dieta: frutta, crusca, verdura.
  • svolgere un’attività fisica quotidiana come camminare almeno mezz’ora al giorno
  • evitare di trattenere o reprimere uno stimolo alla defecazione
  • sforzarsi ad avere una abitudine giornaliera di andare di corpo alla stessa ora con un tempo adeguato per la toilette

Di seguito gli articoli scientifici: