Stile di vita sano: i professionisti del lifestyle

126

Healthy Lifestyle Practitioner per un stile di vita sano

Stili di vita non corretti e quindi non salutari (come l’inattività fisica o attività fisica svolta non regolarmente, l’obesità, l’alimentazione sbagliata, il consumo abitudinario di alcolici e tabacco), così come patologie cardiovascolari associate (per esempio dislipidemia, iperglicemia e ipertensione) sono le ragioni principali dell’incremento di incidenza nella popolazione generale delle malattie non trasmissibili. Qualsiasi cambiamento atto al miglioramento dello stile di vita e delle patologie cardiovascolari che ne derivano interagisce sullo stato di salute e riduce l’incidenza di eventi cardiovascolari avversi.
Per poter raggiungere questo risultato è necessario:

  1. riconoscere che uno stile di vita sano (Healthy Lifestyle) può essere raggiunto anche senza l’uso di medicinali, almeno in alcuni casi e se si interviene precocemente, tante volte apportare uno stile di vita sano consente la riduzione e in alcuni casi la sospensione di farmaci antipertensivi, ipoglicemizzanti o ipolipidemizzanti;
  2. promuovere a livello nazionale la prevenzione delle malattie cardiovascolari attraverso il cambiamento dei principali stili di vita scorretti.

Negli Stati Uniti, secondo alcuni studi, vi è un bisogno immediato di aumentare il numero di operatori sanitari che sono in grado di fornire con competenza l’importanza di adottare uno stile di vita salutare, in lingua anglosassone healthy lifestyle. Questo approccio prevede un incremento del numero di professionisti volti a promuovere tra la popolazione i concetti di healty lifestyle e vengono chiamati Healty Lifestyle Practitioner (HLP) della salute.
Il nucleo fondamentale della formazione di un HLP prevede che questi acquisisca conoscenze nell’ambito delle scienze della nutrizione umana, nell’esercizio fisico e nella terapia comportamentale. In quest’ultimo caso è necessario saper spiegare alle persone la necessità di assumere stili di vita corretti, per esempio smettere di fumare (sapendo consigliare anche i vari accorgimenti farmacologici e non)  e motivare le persone a mantenere la compliance al nuovo stile di vita sano.
Fanno parte del programma di studio dell’HLP l’epidemiologia e l’economia, in particolare è importante che questa figura professionale capisca l’impatto economico, sociale ed epidemiologico delle malattie cardiovascolari e delle loro complicanze e conseguenze. Inoltre è indispensabile per l’HLP il saper utilizzare la tecnologia moderna (internet come avviene per esempio nella telemedicina, applicativi mobile che costituiscono l’m-health) per ottimizzare l’erogazione di queste prestazioni in maniera capillare nella popolazione, visto che già questi dispositivi si sono dimostrati efficaci in questo senso. Recentemente, l’American Heart Association, l’European Society of Cardiology, la Società per la Prevenzione Cardiovascolare e Riabilitazione e dell’American College of Preventive Medicine hanno pubblicato congiuntamente una dichiarazione che ha identificato varie figure professionali inerenti all’HLP e come dovrebbero unirsi per sviluppare e attuare programmi a forte impatto sociale, è proprio da qui che nasce la necessità di concentrare queste conoscenze multidisciplinari in un’unica figura professionale in grado di erogare delle prestazioni sanitarie mirate. Prevenire una diagnosi in ambito di malattie cardiovascolari (MCV), o correggere precocemente le caratteristiche errate dello stile di vita che aumentano drasticamente il rischio di MCV, dovrebbe essere un obiettivo primario per i sistemi di assistenza sanitaria del futuro.

 

Bibliografia scientifica: