Sport outdoor per ipertesi anche in autunno!

113

Non farti fermare dal freddo

Col finire dell’estate e del caldo, non solo si deve fare il cambio del guardaroba, ma cambiano anche gli sport outdoor e le attività fisiche fatte sotto il cielo: non si può più certo andare in piscina all’aperto o al mare a nuotare! Non è ancora il periodo di rintanarsi in palestra o, peggio, in casa. Se non fa più così caldo da farci venir voglia di buttarci in ogni pozza d’acqua, è anche vero che le temperature non sono ancora così rigide da non permetterci di fare qualcosa all’aria aperta. In autunno, infatti, non dobbiamo relegare le attività all’esterno alle ore meno afose, ma possiamo goderci, anche più di prima, le ore solari in un clima più mite e sereno, nelle quali stare a contatto con la natura è più rilassante che in estate.
Tantissimi studi clinici hanno dimostrato come l’esercizio fisico rappresenti per l’iperteso un vero e proprio farmaco in grado di ridurre sia i valori della pressione sistolica e diastolica in misura clinicamente rilevante, sia la mortalità per tutte le cause.

Cosa si può fare nella stagione della caduta delle foglie?

In primis tanta bicicletta! In bici infatti non solo ci si allena, ma si ha anche la possibilità di godersi davvero il panorama naturale. I colori variopinti delle foglie sono uno spettacolo anche per gli escursionisti che in questa stagione possono godere più che mai della loro passione del camminare.
Altra attività consigliata in autunno è l’equitazione. Gite a cavallo, a piedi o in bicicletta sono davvero il modo per continuare a mantenersi in forma più naturale perché a stretto contatto con la natura.
Per chi è in città, invece, uno sport “urbano” è farsi una bella corsa nel parco. Ad agosto infatti, sotto un sole torrido e pesante, diventa a volte impossibile correre anche nelle ore del crepuscolo.
Certo bisogna avere un occhio di riguardo a come ci si veste e agli sbalzi climatici per evitare di ammalarci subito. In alcune giornate autunnali, proprio quando meno te la aspetti, il tempo può cambiare d’improvviso e preannunciare l’arrivo dell’inverno: questo può avere conseguenze deleterie sul corpo di chi si allena, soprattutto se non coperto in modo adeguato. Il cambio di guardaroba deve riguardare anche quello degli indumenti sportivi.  In secondo luogo, occhio vigile sulle previsioni del tempo e, soprattutto, sul vento, se non ci si vuole ammalare e svegliarsi il giorno dopo con mal di gola e le ossa rotte. Il sudore appiccicato alla maglietta combinato al vento o alla pioggia si trasforma in un secondo in una coperta ghiacciata sul corpo: una protezione impermeabile è ottimale per isolare e riscaldare il sudore stesso. Inoltre è bene stare attenti al volume e all’intensità dell’attività svolta: gli sportivi dilettanti devono diminuirle leggermente entrambe rispetto agli allenamenti estivi, aggiungendo anche giorni di riposo in più. E tanto più occorre evitare di aumentare i carichi di lavoro contemporaneamente alle variazioni climatiche: questo perché un allenamento intenso abbassa temporaneamente le difese immunitarie, che dormendo però non solo si riequilibrano ma aumentano.
Vi ricordiamo che l’attività fisica è alla base dei rimedi naturali per abbassare i livelli di pressione arteriosa e che svolgerla costantemente ci aiuta a mantenere tutto sotto controllo e allena il cuore. Lo sport outdoor per i pazienti affetti da ipertensione lieve o moderata ben controllata dalla terapia prevede, per essere efficace, una frequenza di almeno tre volte alla settimana, ma meglio ancora se è quotidiana o quasi. L’esercizio deve essere di tipo aerobico (marcia, corsa, bicicletta, sci di fondo, ecc.) e può essere effettuato sia all’aperto sia in palestra per un tempo minimo variabile da 30 a 60 minuti nel corso della giornata (suddivisibili anche in periodi di 10- 15 minuti) a un’intensità abbastanza sostenuta, tale da portare la frequenza cardiaca dal 65 al 75 per cento del valore massimale raggiunto con la prova da sforzo.

Gestisci la tua pressione con l’aiuto di AMICOMED

Download di AMICOMED per abbassare la pressione arteriosadownload AMICOMED per abbassare la pressione arteriosa

 

Bibliografia scientifica di seguito: