Sole e pressione alta

427

Sole, caldo sole, bel sole. Arriva la bella stagione e con lei il nostro amato sole. Quanto vi sono mancate le calde giornate e la sensazione del sole sulla pelle? Abbiamo una buona notizia, il sole fa bene anche alla pressione arteriosa.

Sole e pressione alta

Ebbene sì, diversi studi hanno dimostrato come l’esposizione al sole possa essere utile nella lotta contro le malattie cardiovascolari aiutandoci a mantenere bassi i livelli di pressione arteriosa. Ovviamente vi raccomandiamo come sempre di non esagerare con il sole, se si passa troppo tempo, o se ci si espone nelle ore più calde della giornata e senza le giuste protezioni, tutti i benefici vengono annientati e si rischia di avere anzi gravi scottature o addirittura ustioni.

Quali sono i benefici che il sole apporta al nostro organismo e come ci aiuta ad abbassare i livelli di pressione arteriosa e quindi le malattie cardiovascolari?
Gli esperti spiegano che l’esposizione alla luce solare sembra essere in grado di modificare i livelli di ossido nitrico a livello cutaneo e dilatare i vasi sanguigni, riducendo così la pressione arteriosa.
Per lo studio sono stati reclutati 24 volontari che sono stati esposti ai raggi ultravioletti UVA di lampade abbronzanti per due sessioni di circa 20 minuti. Vi era, però, una piccola differenza tra le due sedute: nella prima le lampade emettevano anche calore, nella seconda solo UVA. In questo modo è stato dimostrato che sono i raggi ultravioletti ad azionare quei meccanismi che aiutano a mantenere i livelli di pressione bassa e non il calore.

Quando veniamo esposti alla luce del sole, piccole quantità di ossido nitrico vengono trasferite dalla pelle ai vasi sanguigni. L’ossido nitrico è un composto utile per la vasodilatazione e quindi questo fa sì che i livelli di pressione arteriosa si abbassino. Di conseguenza diminuisce il rischio di incappare nelle malattie cardiovascolari.
Recenti studi suggeriscono che la pressione arteriosa possa essere regolata, oltre che dai meccanismi già noti, anche dalla pelle, perché si trova un sistema complesso, che oltre a controllare la temperatura corporea, si è scoperto essere molto importante nella regolazione dei livelli di pressione arteriosa. I dati epidemiologici suggeriscono che l’esposizione alla luce solare ha un ruolo nel controllo della pressione arteriosa. I raggi ultravioletti A producono vasodilatazione e un calo della pressione arteriosa attraverso il rilascio in circolo di ossido nitrico, un regolatore chiave del tono dei vasi sanguigni.

Per questo consigliamo a ipertesi e non di stare al sole, ma sempre prendendo le dovute precauzioni. Il sole fa bene alla nostra pelle ma soprattutto ci aiuta a regolare i livelli di pressione arteriosa abbassandoli. Controllare il trend pressorio è il primo passo per prevenire le malattie cardiovascolari.
Bibliografia scientifica di seguito: