Salmone: ottimo cibo per ipertesi

1721
raw fish meat on brown chopping board

Salmone ricco di benefici per la nostra salute

Il salmone è un ottimo cibo per ipertesi, infatti possiede molte proprietà benefiche, sia che venga consumato fresco, sia affumicato (vi ricordiamo però che se affumicato è carico di sale e quindi non bisogna esagerare): protegge il sistema cardiovascolare, aiutando a gestire i livelli di pressione arteriosa e abbassa il colesterolo cattivo. Cucinare il salmone significa assicurarsi delle ottime proprietà nutrizionali, con un apporto di calorie, che si rivela non affatto dannoso, nemmeno quando si segue un regime alimentare ipocalorico. Questo pesce è ricco di omega 3 che possono essere considerati dei veri e propri alleati per la nostra salute. Riescono ad abbassare i livelli di pressione arteriosa e il livello del colesterolo, incidono positivamente sul rallentamento dell’invecchiamento e aiutano a combattere l’osteoporosi.

Le proprietà benefiche

Le proprietà benefiche del salmone sono dovute principalmente al suo abbondante contenuto di omega 3 e
di grassi polinsaturi. Questi svolgono delle funzioni molto importanti nel nostro organismo, perché esercitano un’azione protettiva nei confronti di varie malattie. Tutto sta nell’effetto particolare che gli omega 3 esercitano sul nostro corpo, contrastando i radicali liberi e rallentando l’invecchiamento cellulare. Allo stesso tempo riescono ad alzare il livello del colesterolo “buono”, esercitando un’azione di protezione nei confronti del sistema cardiovascolare. Ci aiutano a controllare e gestire in modo naturale la pressione arteriosa. Inoltre questo pesce riesce ad apportare anche grandi quantità di vitamina D, fondamentale per favorire l’assorbimento del calcio e favorire la mineralizzazione dello scheletro. In questo senso si capisce bene come questo alimento possa essere molto valido anche per combattere l’osteoporosi.

Le proprietà nutrizionali e le calorie

Esaminando le proprietà nutrizionali del salmone, ci si accorge che esso costituisce un ottimo alimento, ricco di proteine, oltre che di grassi polinsaturi, di vitamine, come la D, la B6 e la B12, e di alcuni sali minerali, in particolare il fosforo e il selenio. Basso è il contenuto di sodio (cosa che invece non accade nel salmone affumicato e per questo sarebbe meglio non esagerare) e per questo motivo viene considerato un ottimo cibo per ipertesi. La quantità di calorie non è eccessiva: sono 185 (con circa il 12% di lipidi) in 100 grammi del prodotto fresco; ammontano a 147 (con il 4,5% di lipidi) in 100 grammi di salmone affumicato. Gli esperti spiegano che la riduzione dei grassi è dovuta al metodo utilizzato per l’affumicamento. Quando il salmone viene affumicato si alza il livello di sodio contenuto e quindi andrebbe evitato se si soffre di ipertensione arteriosa, il sodio infatti è uno dei principali nemici della pressione perché ne innalza i livelli. Quindi consigliamo di consumare salmone fresco, non affumicato, per coloro che cercano un ottimo cibo per ipertesi.

Il salmone è un alimento ricco di sostanze benefiche per il nostro organismo, omega 3 e grassi polinsaturi che ci aiutano a controllare e gestire in modo naturale la pressione arteriosa.

Bibliografia scientifica di seguito: