Rimedi contro pressione alta: il mandarino

1201
orange fruits

Hai problemi con malattie cardiovascolari e diabete e cerchi rimedi contro la pressione alta?

Mangiare più mandarini o clementine può aiutare e d essere un valido rimedio naturale per la pressione alta. Lo dice una ricerca dell’Università del Western Ontario, in Canada. Nella buccia del tangerino (una varietà di mandarini che ha buccia più spessa, molti semi e polpa succosa)  c’è una sostanza naturale che combatte le malattie cardiovascolari, ci aiuta a gestire i livelli di pressione arteriosa, tiene lontani infarto, ictus, diabete e persino l’obesità.

È la conclusione a cui sono giunti i ricercatori che hanno isolato e identificato una sostanza naturale e antiossidante, la nobitelina, un flavonoide che conferisce il tipico colore arancio ai mandarini. Oltre al controllo degli zuccheri, i mandarini fanno bene anche a chi ha il girovita troppo ampio: i topi trattati con nobitelina sono stati più protetti dall’obesità, assicura Murray Huff, coordinatore dello studio. In questo studio i topi sono stati divisi in due gruppi entrambi nutriti con una dieta ad alto potere energetico. Il gruppo a cui, oltre a grassi e zuccheri, è stato aggiunto nel menu un corposo supplemento di nobitelina non è ingrassato come l’altro e non ha mostrato aumenti sensibili di colesterolo, insulina e glucosio nel sangue e non ha subito aumenti della pressione arteriosa sensibili. Secondo i ricercatori si aprono ampi spazi per tradurre i risultati in cure per la prevenzione dell’aterosclerosi, evitando l’indurimento delle arterie, infarti e ictus.

I mandarini e le clementine sono frutti che contengono molte sostanze benefiche. Ricchi di flavonoidi, vitamina C e beta-criptoxantina, aiutano l’organismo a rimanere in salute. Anche se come aspetto assomigliano alle arance, essi contengono molti nutrienti diversi. I flavonoidi dominanti nei mandarini sono tangeritina, esperidina e nobitelina di cui abbiamo parlato sopra. Tangeretina, presente soprattutto nella buccia ed in piccole quantità nel succo dei mandarini. L’esperidina, invece, insieme alla vitamina C, sostiene la formazione di collagene sano per proteggere la pelle dal processo di invecchiamento. La vitamina C, efficace contro le malattie degenerative come le malattie cardiovascolari, aumenta i livelli di colesterolo HDL (“colesterolo buono”), aiuta a controllare e gestire i livelli della pressione arteriosa e ostacola la conversione dei grassi in placca nelle arterie. Essa, inoltre, ha forti proprietà antiossidanti che tutelano la pelle dai danni causati dai radicali liberi, aiuta a controllare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Mangiare mandarini è un buon modo per iniziare la giornata, per fare uno spuntino sano o per terminare un pasto. Fanno bene alla salute in generale e ci aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e a gestire la pressione arteriosa.

Rimedi contro la pressione alta? Il mandarino è una soluzione!

Bibliografia scientifica di seguito:

  • Orange juice–derived flavanone and phenolic metabolites do not acutely affect cardiovascular risk biomarkers: a randomized, placebo-controlled, crossover trial in men at moderate risk of cardiovascular disease. Am J Clin Nutr. 2015 May; 101(5): 931–938. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4409690/
  • Bioavailability in humans of the flavanones hesperidin and narirutin after the ingestion of two doses of orangejuice. Eur J Clin Nutr. 2003 Feb;57(2):235-42. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12571654