Quinoa proprietà e benefici per tutti

404

Quinoa proprietà e benefici per l’apparato cardiovascolare e non solo!

La quinoa è una pianta ricca di proprietà e benefici utili per la nostra salute. La quinoa può essere consumata nello stesso modo in cui si consuma comunemente un cereale, macinata o in farina, ma, a differenza degli altri cereali, durante il processo di lavorazione non perde alcune delle sue importanti proprietà nutrizionali.
Vitamine, sali minerali, aminoacidi sono un vero tocca sana vivere in modo corretto. Queste sostanze possono aiutarci anche a gestire e controllare i livelli di pressione arteriosa.

Benefici delle vitamine

Le vitamine presenti all’interno della quinoa sono la vitamina A, le vitamine del gruppo B e la vitamina E che conferiscono antinfiammatorie a questo cereale. In questo modo la quinoa ha la capacità di contrastare i radicali liberi che aumentano la possibilità di soffrire di malattie cardiovascolari. Inoltre questo cereale ha proprietà antiossidante che ci aiuta a mantenere in forma il nostro organismo, opponendosi ai processi ossidativi, agendo anche sulla pressione arteriosa, abbassandone i livelli in modo naturale.

Benefici dei sali minerali

Nella quinoa troviamo magnesio, potassio, fosforo e omega 3. Questi sali minerali intervengono in modo positivo nella lotta contro le malattie cardiovascolari, la loro azione infatti può abbassare i livelli di pressione arteriosa e inoltre è molto utile per combattere il colesterolo cattivo.

Altre proprietà della quinoa

La quinoa non contiene glutine e quindi risulta essere più digeribile e adatta a chiunque, anche chi è celiaco. Per questo motivo ognuno può consumarla anche unita ad altri alimenti, per avere una dieta sana e equilibrata. È un alimento ricco di carboidrati complessi a basso indice glicemico, che aiutano a tenere il peso sotto controllo.

La quinoa è un altro dei rimedi naturali che possiamo utilizzare a nostro favore per prevenire e combattere le malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa.

Prevenire è meglio che curare e vi ricordiamo che la prevenzione inizia a tavola.

 

Bibliografia scientifica di seguito: