Prevenire le malattie cardiovascolari

177
false

Prevenire è importante per la nostra salute per questo motivo dobbiamo sempre abituarci ad avere delle buone abitudini nella vita quotidiana.

Cosa significa che la prevenzione è importante per la nostra salute?

Ridurre anche solo di 2mmHg la pressione arteriosa sistolica può ridurre in maniera significativa il rischio di eventi cardiovascolari. Più specificatamente studi come il Whelton hanno dimostrato che ridurre di 2mmHg la pressione sistolica riduce la mortalità per infarto del 6% e del 4% per malattie cardiache croniche.

La soluzione non è così difficile da perseguire

Mangiare nel modo corretto, ingerendo cibi che siano ricchi di nutrienti e poveri di sale. Evitare i cibi troppo grassi, quelli fritti o troppo conditi. Muoversi sempre, svolgere attività fisica in maniera costante, allenandosi almeno 3 volte a settimana per la durata minima di 30 minuti. Evitare il consumo di bevande alcoliche e il vizio del fumo. Questi sono tutti stili di vita definiti corretti dalle linee guida, adottandoli infatti si potranno prevenire e controllare i livelli di pressione arteriosa e l’incidenza delle malattie cardiovascolari.

Mantenere in salute il nostro cuore significa mantenere un buono stato di salute generale. Diversi studi evidenziano come sia possibile ridurre la possibilità di incappare in malattie cardiovascolari, ma soprattutto di diminuire la probabilità di mortalità precoce dovuta a queste patologie.

È stato pubblicato uno studio sul British Journal of Medicine, condotto su una popolazione che comprendeva uomini e donne di origine Finlandese, che ha registrato tutte le principali abitudini quotidiane. È stato necessario un periodo di osservazione di 40 anni per stimare che la variazione dei principali fattori di rischio, come le cattive abitudini di vita (alimentazione scorretta, attività fisica nulla o inadeguata, vizio del fumo e alcolici, livelli di pressione arteriosa insistentemente alti, ed eccessivo colesterolo cattivo nel sangue) potesse influire sulle malattie cardiovascolari e portare alla riduzione della mortalità per malattia coronarica.

Durante il periodo dei 40 anni, i livelli dei tre principali fattori di rischio cardiovascolare come l’ipertensione arteriosa sono diminuiti in maniera significativa. La mortalità coronarica è diminuita tra l’82% (da 643 a 118 morti ogni 100 000 persone) e l’84% (da 114 a 17).

Per questo motivo tutte le principali linee guida e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) insistono molto sul dovere che si ha di variare gli stili di vita scorretti. La prevenzione deve partire fin da bambini e continuare negli anni per migliorare davvero la qualità della nostra vita. Se adotterete delle abitudini sane noterete subito un miglioramento del vostro trend pressorio e una diminuzione dei livelli di pressione e colesterolo cattivo. Inoltre inizierete a perdere i chili in eccesso.

Prevenire è meglio che curare, la fortuna è che non è nemmeno così difficile, basta poco per restare in forma.

 

Bibliografia scientifica di seguito:

  • Primary prevention and risk factor reduction in coronary heart disease mortality among working aged men and women in eastern Finland over 40 years: population based observational study.
    BMJ. 2016 Mar 1;352:i721. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26932978