Nitriti e nitrati per l’ipertensione

725
false

Abbiamo parlato spesso di nitrati e nitriti, ma non abbiamo mai approfondito il discorso, in questo articolo cercheremo di chiarire ogni dubbio.

Nitriti e nitrati che sono, dove li troviamo e come interagiscono con il nostro organismo?

I nitriti (NO2) e i nitrati (NO3) sono sostanze composte da azoto (N) ed ossigeno (O), nitriti (E249, E250) e i nitrati (E251, E252). I primi derivano dall’acido nitroso e i secondi dall’acido nitrico, sono sostanze naturalmente presenti negli alimenti animali, vegetali e nell’acqua. Il nitrato è un componente che ognuno di noi trova nella propria dieta e un additivo alimentare autorizzato per la conservazione dei prodotti.
Vi raccomandiamo comunque di prestare sempre grande attenzione a ciò che portate in tavola, infatti per legge sono stati imposti dei valori limite che possono essere contenuti in alimenti ed acqua, oltre i quali queste sostanze comportano dei seri rischi per la salute.

Benefici del nitrato

Il nostro corpo riesce a convertire il nitrato in monossido di azoto che ci aiuta a controllare in modo naturale la pressione arteriosa perché induce la vasodilatazione e quindi riduce i livelli di pressione sanguigna. Per questo motivo può essere considerato un alleato nella lotta contro le malattie cardiovascolari. Sono stati condotti diversi studi sia pro sia contro questi composti che hanno individuato benefici e rischi.

I nitriti e i nitrati vengono utilizzati per i seguenti motivi:

  • mantengono il colore rosso della carne;
  • favoriscono lo sviluppo dell’aroma agendo selettivamente nei confronti dei microorganismi che determinano la stagionatura dei salumi;
  • svolgono azione antimicrobica e antisettica (proprietà per impedire o rallentare lo sviluppo dei microbi, all’esterno, sulla superficie o all’interno di un organismo).

La sostanza più importante è l’ossido nitrico che è un mediatore endogeno di processi particolarmente importanti, come la vasodilatazione. Per questo motivo può essere molto utile nella lotta contro le malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa. Controllare i livelli di pressione è alla base della prevenzione ed è quindi importante cercare di farlo nel quotidiano, anche grazie alla dieta che decidiamo di consumare.  L’azione benefica si ha a livello cerebrale, gastrointestinale, respiratorio, renale, eccetera. La sindrome metabolica è influenzata dall’ossido nitrico: alcuni studi su cavie in cui ne è stata geneticamente bloccata la sintesi indicano come una sua carenza sia strettamente legata all’insorgere della sindrome. Tra i contro di queste molecole c’è il fatto che i nitriti possono legarsi all’emoglobina, riducendo il trasporto di ossigeno, causando problemi al nostro organismo.

I nitrati, i nitriti e l’ossido nitrico possono essere per questi motivi considerati degli alleati nella lotta contro le malattie cardiovascolari, grazie alla loro azione vasodilatatrice che abbassa i livelli di pressione arteriosa.

Bibliografia scientifica: