Kamut un cereale che fa bene al cuore

319

Una dieta a base di grano khorasan KAMUT fa bene al nostro cuore e organismo, lo conferma Kamut Enterprises of Europe che presenta i risultati di tre importanti studi scientifici sugli effetti di un’alimentazione di grano Khorasan Kamut.
L’indagine è stata condotta da un team di ricercatori dell’Università di Firenze, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze.

Riduzione del rischio cardiovascolare

Dai test effettuati, il consumo di prodotti a base di grano khorasan Kamut ha determinato una significativa riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare, quali il colesterolo totale (- 4%), il colesterolo LDL (- 7.8%) e la glicemia (- 4%). Lo stato ossidativo è risultato migliorato con una significativa riduzione dei livelli di danneggiamento dei lipidi ad opera dei radicali liberi (perossidazione lipidica) e delle proteine (ossidazione proteica). Di gran interesse è stata la valutazione dei livelli di citochine pro-infiammatorie circolanti. Le citochine sono proteine che fungono da segnali di comunicazione fra le cellule dell’organismo. In particolare, le citochine pro-infiammatorie sono prodotte in seguito a un danno e servono a richiamare le cellule del sistema immunitario. L’infiammazione acuta che ne deriva è un’importante parte della risposta immunitaria, tuttavia, livelli cronicamente elevati di citochine pro-infiammatorie possono portare a malattie croniche quali le malattie cardiovascolari e il diabete. Senza dubbio un cereale che fa bene al cuore.

Sindrome del colon irritabile (IBS)

Sempre gli studi, hanno mostrato che i pazienti che avevano consumato prodotti a base di grano khorasan Kamut hanno sperimentato un significativo miglioramento dei sintomi dell’IBS, quali l’intensità e la frequenza del dolore addominale, il gonfiore, la soddisfazione con la consistenza delle feci, la stanchezza, la distensione addominale e la qualità della vita. Dopo la fase di intervento con i prodotti a base di grano moderno non sono state invece osservate differenze. Per quanto riguarda le analisi dei campioni di sangue dei volontari, molto interessante è il fatto che il profilo infiammatorio mostrava una significativa riduzione dei livelli di citochine pro-infiammatorie circolanti dopo la fase di intervento con prodotti a base di grano khorasan Kamut, ma non dopo quella con prodotti a base di grano moderno.

Gli effetti positivi

Ne consegue che gli effetti positivi sui valori del sangue, attribuibili al consumo di prodotti a base di grano khorasan Kamut, sono stati evidenti sia nella popolazione sana sia nella popolazione con malattie croniche. A tal proposito, è di grande interesse il fatto che l’assunzione di componenti salutari si possa realizzare tramite il consumo di alimenti base quali il grano che costituisce la base della piramide della dieta Mediterranea. Questo fornisce un importante mezzo per migliorare il proprio stato di salute, non solo riducendo il rischio di sviluppare malattie croniche, ma anche combattendo la presenza di una malattia cronica già comparsa.

Una dieta basata su cibi ricchi di fibre come il Kamut può ridurre significativamente il rischio di obesità, ictus, malattie cardiache, colesterolo alto, ipertensione, diabete e disturbi digestivi come emorroidi, cancro del colon, stipsi, malattia diverticolare e ulcere duodenali. A parità di peso, la farina di kamut contiene meno carboidrati, dunque, pur essendo egualmente calorica, tende a creare minori problemi metabolici.

Stasera pasta al kamut per tutti, fa bene al cuore e organismo.

Scarica l’App gratuita e inizia da subito a controllare la tua pressione arteriosa alta

Download di AMICOMED per abbassare la pressione arteriosadownload AMICOMED per abbassare la pressione arteriosa

 

 

 

Bibliografia scientifica di seguito: