Grasso viscerale nemico della pressione arteriosa

745

I consigli di AMICOMED su grasso viscerale e ipertensione.

La pressione arteriosa non va sottovalutata, se si hanno valori fuori dalla norma si parla di ipertensione che grava molto su cuore, cervello e reni. Infatti è una delle malattie cardiovascolari più pericolose, perché spesso è priva di sintomi. Avere una pressione arteriosa normale è uno dei cardini delle iniziative di prevenzione. AMICOMED tiene alla tua pressione e alla tua salute in generale, e per questo motivo ti aiuta a gestirla e tenerla sotto controllo.

Le malattie cardiovascolari sono strettamente connesse allo stile di vita, in particolar modo un’alimentazione scorretta che porta avere problemi di sovrappeso o obesità, l’uso di tabacco, la sedentarietà e lo stress psicosociale sono tutti fattori di rischio che peggiorano il nostro stato di salute. 
Un recente studio dell’Università dell’Illinois suggerisce che una moderata quantità di esercizio da solo può ridurre il grasso viscerale, quest’ultimo è stato a sua volta collegato con l’incidenza di sindrome metabolica, cioè quell’insieme di fattori di rischio per malattie cardiovascolari, danno d’organo e diabete di tipo 2.
“Nello studio, i benefici dell’esercizio erano evidenti, anche senza un cambiamento nella dieta. Abbiamo visto miglioramenti nella sensibilità all’insulina, meno grasso nel fegato e meno infiammazione a livello dell’adipe addominale “ha detto Jeffrey Woods, professore di Kinesiologia e docente di Scienze Nutrizionali e Immunologia integrativa.
Il grasso addominale è la parte di tessuto adiposo concentrata all’interno della cavità addominale e distribuita tra gli organi interni e il tronco. Il grasso viscerale si differenzia da quello sottocutaneo, concentrato nell’ipoderma (lo strato più profondo della cute), e da quello intramuscolare, che è invece distribuito tra le fibre dei muscoli. Il grasso addominale ha caratteristiche diverse rispetto a quello sottocutaneo distribuito nel resto del corpo. È infatti dimostrato che è proprio l’eccesso di grasso viscerale ad aumentare il rilascio di sostanze quali l’interleuchina 6, la resistina e il TNF-alfa (citochine che causano stati infiammatori), il PAI-1 (che può provocare la formazione di trombi all’interno dei vasi) e l’ASP (che stimola la produzione di trigliceridi). Inoltre, l’eccessivo aumento delle dimensioni degli adipociti, causato dall’accumulo di trigliceridi, ne determina la morte con ulteriore accentuazione dello stato infiammatorio dell’organismo (salgono anche i livelli di proteina C reattiva, considerata un importante fattore di rischio cardiovascolare).  In particolare, il TNF-alfa, impedisce ad alcuni enzimi presenti nell’organismo di rilasciare ossido nitrico, una sostanza dalla potente azione vasodilatatoria, che stimola il sistema immunitario e favorisce anche la formazione di cellule adipose brune. Queste ultime, al contrario di quelle bianche, non accumulano i grassi, ma li bruciano, vuoi per mantenere la temperatura corporea negli ambienti freddi, vuoi per sbarazzarsi degli eccessi alimentari che altererebbero l’equilibrio metabolico.
Il grasso addominale è quindi il più pericoloso per la salute: è una delle cause dell’ipertensione arteriosa, diabete mellito di tipo II, cattiva qualità del sonno ecc., predispone all’aumento del colesterolo, dei trigliceridi, del rischio di malattie cardiache e vascolari.  Per scoprire se il grasso addominale è un tuo problema, valuta il rapporto vita-fianchi, misurandoti la vita nel punto più stretto e i fianchi in quello più largo (intorno ai glutei), quindi dividi il primo valore per il secondo: l’obiettivo è scendere sotto lo 0,92, valore al di sotto del quale il grasso addominale è tale da non mettere a rischio la salute.
Il tuo corpo è importante e mantenerlo in un buon stato di salute è la migliore prevenzione che si possa attuare. AMICOMED riconosce l’importanza di valutare il grasso addominale per gestire e ridurre la pressione arteriosa in maniera ideale e salutare, infatti per definire il Programma personalizzato viene considerato anche questa informazione. AMICOMED ti fornisce consigli per gestire in modo corretto la tua pressione arteriosa, per questo motivo ribadiamo l’importanza della necessità di uno stile di vita sano che non gravi sulla salute di ogni parte del corpo. Il Programma personalizzato per abbassare la pressione, basato sul tuo stile di vita, può aiutarti a migliorare il tuo stato di salute modificando le abitudini non corrette. Un’alimentazione corretta ed equilibrata unita a una costante attività fisica ti aiuteranno a eliminare il grasso addominale in eccesso e quindi ad abbassare i livelli di pressione arteriosa.

Bibliografia scientifica di seguito:

  • Exercise training inhibits inflammation in adipose tissue via both suppression of macrophage infiltration and acceleration of phenotypic switching from M1 to M2 macrophages in high-fat-diet-induced obese mice. Exerc Immunol Rev. 2010;16:105-18. Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20839495
  • Exercise training attenuates neutrophil infiltration and elastase expression in adipose tissue of high-fat-diet-induced obese mice Physiol Rep. 2015 Sep; 3(9): e12534 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4600380/