Gazpacho fresco e sano contro l’ipertensione

182

[fusion_text]

Consumare Gazpacho aiuta a ridurre la pressione arteriosa

Il consumo regolare di gazpacho freddo può aiutare a combattere la pressione alta ed il rischio il rischio di malattie cardiovascolari.
Il gazpacho è uno dei più famosi piatti tipici spagnoli ed è caratterizzato dalla sua ricetta semplice e dal colore arancione tendente al rosso. Originario della regione dell’Andalusia, si è poi diffuso in tutta la Spagna e il Portogallo in numerose varianti. Oltre ad essere un piatto rinfrescante, ha molte proprietà benefiche per la salute.

  • L’origine della ricetta del gazpacho è incerta: secondo alcuni si tratta di una antica ricetta romana, secondo altri invece ha origine araba. È diffuso in tutta la penisola iberica, ha moltissime varianti regionali e viene servito come aperitivo o come contorno di portate più elaborate.
  • Questo piatto della cucina spagnola oltre ad essere facile da preparare ha numerose proprietà benefiche per la salute. Fornisce, infatti, un grande apporto di vitamine, sali minerali, antiossidanti ed aiuta a combattere l’ipertensione arteriosa.

Il gazpacho, o anche gaspacho è un piatto tipico della cucina spagnola e consiste in una zuppa di verdure crude, che viene servita generalmente fredda o a temperatura ambiente. Presenta diverse varianti nella sua ricetta a seconda delle varie tradizioni regionali.[/fusion_text][one_half last=”no” spacing=”yes” background_color=”” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”solid” padding=”7%” class=”” id=””][imageframe lightbox=”no” style_type=”none” bordercolor=”” bordersize=”0px” borderradius=”0″ stylecolor=”” align=”center” link=”” linktarget=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ class=”” id=””] ingradienti gazpacho per abbassare la pressione[/imageframe][/one_half][one_half last=”yes” spacing=”yes” background_color=”” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”solid” padding=”5%” class=”” id=””][fusion_text]Anticamente si trattava di una zuppa a base di olio, aceto, e pane raffermo ammorbidito in acqua. In seguito si aggiunsero verdure fresche, generalmente pomodori, peperoni, cetrioli, aglio e cipolla precedentemente pestate in un mortaio. Si tratta di un piatto tipicamente estivo, dalle proprietà idratanti e nutritive e per questo motivo in passato veniva consumato dai contadini durante l’estate. Il colore del Gazpacho va dall’arancione al rosso ed ha una consistenza densa che permette di servirlo sia nelle tradizionali ciotole di terracotta sia in bicchiere come aperitivo, a volte anche con dei cubetti di ghiaccio.[/fusion_text][/one_half][fusion_text]Il consumo regolare di gazpacho freddo può aiutare a combattere la pressione alta ed il rischio il rischio di malattie cardiovascolari. È quanto afferma una nuova ricerca spagnola, pubblicata sulla rivista Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases, che ha analizzato l’effetto del consumo di gazpacho sui fattori di rischio cardiovascolare in quasi 4.000 persone. Queste ultime erano soggetti più anziani ad alto rischio di malattia cardiovascolare che erano già parte di un studio di più grandi dimensioni, lo studio Prevención con Dieta Mediterránea (PREDIMED), uno studio progettato per valutare gli effetti della dieta mediterranea sulla prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari.
I ricercatori, sotto la guida del Dr. Alexander Medina-Remón dell’Università di Barcellona, in Spagna, hanno rilevato che il consumo di tale zuppa fredda è inversamente associato con l’incidenza della pressione alta (ipertensione), che a sua volta è un fattore di rischio inequivocabile per la morbilità e la mortalità cardiovascolare, ed è il principale fattore di rischio per l’ictus in uomini e donne.
I risultati hanno mostrato che il gazpacho può ridurre la pressione sanguigna complessiva fino al 27%, inoltre i livelli di pressione sistolica e diastolica sono risultati inversamente associati con il consumo di gazpacho.
Precedenti studi clinici ed epidemiologici avevano già messo in relazione il consumo degli ingredienti principali del gazpacho, quali pomodori, cetrioli, aglio, olio d’oliva, con la riduzione della pressione arteriosa.
A tal proposito il Dr. Medina-Remón ha commentato: Questo studio scientifico mostra per la prima volta che un consumo regolare di gazpacho è utile così come il consumo dei suoi ingredienti presi singolarmente, dunque il  gazpacho può ridurre l’ipertensione.
Il Prof. Rosa Lamuela, che ha coordinato lo studio di ricerca, ha detto che l’effetto cardio-protettivo del gazpacho sulla pressione arteriosa è stato inaspettato dato che la zuppa ha un  certo contenuto di sale, e ha detto: Nonostante ciò, i risultati dello studio descrivono che la pressione arteriosa dei consumatori di gazpacho è inferiore a quella dei non consumatori“.
Il Dr. Medina-Remón ha aggiunto: “Il gazpacho ha un alto contenuto di caroteni, vitamina C e polifenoli. Dunque Il bilancio finale tra gli elementi bioattivi di gazpacho ed il suo contenuto di sale lo rende cardio-sano”.

L’effetto positivo di tutti gli ingredienti che contribuiscono alla riduzione della pressione arteriosa prevale sull’effetto del sale.

Per leggere l’articolo scientifico clicca qui[/fusion_text]