Frequenza cardiaca e canto

754

La musica può aiutarci a prevenire l’insorgenza delle malattie cardiovascolari, potreste non crederci ma è proprio così. Le note musicali sono un rimedio che dobbiamo utilizzare per rilassarci e per mantenere in salute il nostro cuore.
Vari studi evidenziano come ascoltare la musica abbassi i livelli di pressione alta e quindi possa essere utile a gestirne e regolarizzarne il trend, ma di questo abbiamo già parlato.

Ma la novità è che cantare, e di conseguenza ascoltare la musica, contribuisce a regolarizzare il battito cardiaco del diretto interessato. Infatti gli esperti hanno sottolineato che non solo l’ascoltare musica può apportare benefici alla nostra salute, ma anche cantare.

Quindi cantare e ascoltare musica regolarizzano il ritmo cardiaco e abbassano i livelli di pressione arteriosa.

Lo studio sulla frequenza cardiaca e canto

I ricercatori dell’Università di Göteborg si sono occupati in particolare di approfondire gli effetti benefici che la musica e il canto hanno sul cuore. I risultati hanno provato che il rapporto tra cuore e canto è mediato principalmente dalla respirazione. La respirazione lenta produrrebbe una maggiore capacità di ampiezza della variabilità della frequenza cardiaca ed è proprio questo a contribuire a un migliore funzionamento del cuore in quanto una frequenza cardiaca bassa, che quindi potremmo definire ‘ideale’, ha effetti protettivi sul metabolismo miocardico. Pertanto sono da privilegiare quei generi musicali il cui ritmo si avvicini il più possibile al ritmo cardiaco ‘ideale’.

Inoltre fate attenzione al tipo di musica che ascoltate, poiché quelle con ritmi veloci abbiano come conseguenza uno stato di eccitazione/agitazione che corrisponde anche a un aumento del battito cardiaco e spesso anche dei valori pressori.

Conclusioni

Ascoltare musica e cantare possono aiutarci a prevenire le malattie cardiovascolari perché abbassano i livelli di pressione arteriosa e regolarizzano il battito cardiaco. La salute del nostro cuore è importante mantenere sano anche il nostro organismo.

Bibliografia scientifica di seguito: