Dieta povera di sale? Non togliere sapore ai piatti!

202

Seguire una dieta povera di sale non vuol dire mangiare senza sapore

Mangiare bene è alla base della prevenzione, per restare in salute infatti si deve sempre consumare una dieta povera di sale. Per molte persone mangiare sano significa mangiare senza sapore, vi chiedere come poter insaporire le vostre pietanze e renderle più appetitose?

La risposta è semplice: usate spezie ed erbe aromatiche. Le spezie sono dei vegetali che possiamo utilizzare in cucina a cui moltissimi studi hanno attribuito proprietà aromatiche ma soprattutto benefiche se usate per insaporire e dare profumo al cibo. Diversi studi evidenziano come spezie ed erbe aromatiche possano essere considerate alleate della nostra salute nella lotta contro le malattie cardiovascolari, insaporendo le nostre pietanze anche in una dieta povera di sale.

Le spezie più comuni sono la cannella, il curry, la curcuma, i chiodi di garofano, la noce moscata, pepe, peperoncino, semi di finocchio, zafferano e zenzero. Possiamo trovarle in ogni supermercato, l’importante è che si presti molta attenzione a come sono confezionate e a rispettare la data di scadenza evidenziata sulla confezione.
Le erbe aromatiche, invece, sono costituite da parti verdi o steli di vegetali come ad esempio: alloro, basilico, cerfoglio, erba cipollina, maggiorana, origano, prezzemolo, rosmarino, salvia e timo.

Ma quali sono le proprietà benefiche di queste piantine?

Uno studio pubblicato nel 2014 sul Nutrition Today raggruppa tutti i risultati ottenuti nei vari anni degli studi che hanno analizzato i benefici derivanti dal consumo di erbe aromatiche e spezie sul nostro organismo. Aggiungere queste piccole sostanze alle nostra pietanze infatti è utile non solo per insaporire ma anche per prevenire e combattere tutte le malattie cardiovascolari. Ricche di vitamine, sali minerali e antiossidanti sono attive contro l’azione negativa dei radicali liberi, riducono le oscillazioni della pressione durante la giornata e aiutano a mantenerne bassi i livelli.

Gestire la pressione arteriosa è alla base delle prevenzione di tutte le malattie cardiovascolari ecco perché è importante consumare una dieta povera di sale, senza però rinunciare al gusto!

Un altro studio realizzato su sei soggetti maschi in leggero sovrappeso ma in buona salute ha confermato l’azione benefica di spezie ed erbe aromatiche. Agli interessati sono stati somministrate due tipologie di pasti: il primo consistente in una porzione di pollo e riso bianco, pane al formaggio e un biscotto come dessert; il secondo, lo stesso menu ma con l’aggiunta di una abbondante dose di spezie, tale da ottenere pollo al curry con riso bianco, pane al formaggio ed erbe aromatiche e biscotto alla cannella.

L’analisi dei campioni raccolti dopo ciascun pasto, ha evidenziato che l’aggiunta di spezie riduceva visibilmente i livelli di pressione arteriosa, il livello di insulina del 21%, i livelli di trigliceridi del 31%, incrementando del 13% il tasso di antiossidanti.

Erbe aromatiche e spezie preziose per la nostra salute, prevenire e combattere l’ipertensione arteriosa e le altre malattie cardiovascolari ora avrà tutto un altro gusto.

Bibliografia scientifica di seguito: