Dieta mediterranea contro le malattie cardiovascolari

155

Diversi studi clinici dimostrano come la dieta mediterranea rappresenti la miglior difesa contro malattie come aterosclerosi, ipertensione, infarto del miocardio ed ictus.

Cos’è la dieta mediterranea.

La dieta mediterranea è incentrata soprattutto sulla corretta scelta degli alimenti e sulla giusta quantità. Il modello della dieta mediterranea viene spesso rappresentato con l’immagine di una piramide dove gli alimenti più importanti, di cui si deve fare un consumo giornaliero, si trovano negli strati inferiori: frutta e ortaggi per primi, poi pane, pasta, riso, cereali in genere e patate. Poco sopra, per via della minore porzione giornaliera richiesta, ma sempre per un consumo quotidiano anche latte o yogurt e oli vegetali. Ai piani superiori ci sono gli alimenti da mangiare con alternanza, come i formaggi e tutte le altre fonti proteiche (pesce, uova, legumi e poca carne), da consumare qualche volta alla settimana. In quelli ancora più in alto si trovano, invece, i cibi da consumare raramente come i dolci e i grassi animali. Alla base di tutto, attività fisica quotidiana e acqua.
La dieta mediterranea prevede inoltre una drastica riduzione del consumo di: insaccati, super alcolici, zucchero bianco, burro, formaggi grassi, maionese, sale bianco, margarina, carne bovina e suina (specie i tagli grassi), strutto e caffè.

Mangiare bene per mantenere in salute il nostro cuore

Consumare una dieta mediterranea in maniera costante e regolare aiuta a ridurre il rischio di malattie come ipertensione, aterosclerosi, infarto del miocardio ed ictus.

Un’alimentazione corretta unita a un’attività fisica costante possono aiutarci a prevenire l’insorgenza dell’ipertensione arteriosa e a controllare livelli di pressione arteriosa alti. Infatti la dieta mediterranea contiene elevate quantità di sostanze anti-ossidanti che aiutano a gestire e ridurre la pressione. Allo stesso modo la presenza di sostanze anti-aterosclerotiche riduce l’incidenza di aterosclerosi in coloro che consumano una dieta mediterranea.
Per quanto riguarda l’infarto acuto del miocardio, questo è la principale causa di morte nei paesi occidentali ed è accompagnato da una ridotta qualità di vita, specialmente nell’anziano. Tra i fattori che possono prevenire l’infarto, la dieta, così come l’attività fisica, gioca un ruolo fondamentale. È noto che un’alta aderenza alla dieta mediterranea può proteggere dalla insorgenza di infarto nella popolazione, riducendo il rischio di circa un terzo in chi ha un’alta aderenza a tale regime dietetico. Come sopra detto, tutti i componenti della dieta mediterranea, infatti, hanno elevate quantità di sostanze anti-ossidanti e anti-aterosclerotiche che possono rallentare la progressione e l’incidenza di questa condizione. Recenti studi hanno dimostrato che favorire uno stile di dieta mediterraneo dopo un infarto riduce di circa il 40% l’insorgenza di nuovi infarti.

Tra i componenti più importanti per la prevenzione delle malattie cardiovascolari ricordiamo:

  • Pesce (specialmente quello azzurro): è ricco di omega-3;
  • Olio extra-vergine d’oliva, noci e mandorle: danno un buon apporto delle sostanze fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo (carboidrati, proteine e grassi) e sono ricche di micronutrienti che hanno attività anti-aterosclerosi. Inoltre, riducono altri fattori di rischio per l’infarto come la pressione elevata o il diabete. Nonostante ciò si consiglia di non esagerare con questi alimenti in quanto tutti a tre sono ad alto contenuto calorico.
  • Vino rosso: è noto che moderate quantità di vino favoriscono una buona funzione del cuore in quanto è ricco di resveratrolo, una sostanza con importanti attività anti-ossidanti. Per la corretta quantità giornaliera consigliamo di leggere un precedente articolo su vino rosso e pressione alta.

Una dieta corretta e ben bilanciata come quella mediterranea può essere un ottimo aiuto per mantenersi in forma e ridurre l’incidenza di molte le malattie cardiovascolari, incluse ipertensione, aterosclerosi, infarto ed ictus.

Mangiare bene e muoversi sempre per il nostro cuore e per la nostra salute.

Bibliografia scientifica di seguito: