Dieta mediterranea all’ESC

223
false

Italiani, mangiare correttamente fa bene alla salute quindi dieta mediterranea per tutti! Noi siamo molto più fortunati rispetto ad altre popolazioni perché siamo la patria della dieta mediterranea, considerata una delle migliori in tema di prevenzione e controllo delle malattie cardiovascolari.

A ribadire questo arrivano anche i risultati dello studio di osservazione “Moli-sani” presentato al congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC) che si è tenuto a Roma pochi giorni fa, dal 23 al 28 Agosto 2016. Gli esperti infatti hanno concluso che la dieta mediterranea è associata a un ridotto rischio di morte per malattie cardiovascolari nei soggetti che in precedenza erano già stati vittima di eventi cardiaci.

Il professor Giovanni de Gaetano, capo del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione al I.R.C.C.S. Istituto Neuromed a Pozzilli, Italia, crede che avere come regime alimentare quello suggerito dalla dieta mediterranea possa diventare un vero e proprio alleato della salute, sia di chi deve gestire i principali fattori di rischio cardiovascolare, come l’ipertensione arteriosa, ma soprattutto per prevenire tutte le malattie e i problemi che ne derivano. Nello studio Moli-sani sono stati presi in considerazione, quindi, tutti soggetti che erano già stati vittime di eventi cardiovascolari come l’infarto miocardico. I partecipanti sono stati circa 25 mila adulti tutti residenti nella regione Molise e durante il periodo di osservazione è sempre stato chiesto loro di aderire quanto possibile alla dieta mediterranea e di valutare la propria aderenza con un punteggio da 0 a 9.
Lo studio ha confermato che un aumento di 2 punti rispetto al punteggio di partenza poteva essere associato con una riduzione del 21% del rischio di morte. Ovviamente sono stati presi in considerazione fattori di correzione come età, sesso, livello di istruzione, tempo libero dedicato all’attività fisica, BMI (indice di massa corporea), fumo e ipertensione, ipercolesterolemia, diabete. La categoria di punteggio superiore di aderenza alla dieta mediterranea che si poteva raggiungere era quella da 6 a 9 è stata associata a una riduzione del 37% del rischio di morte rispetto alla categoria inferiore con punteggio da 0 a 3.  Inoltre gli esperti hanno scoperto che ci sono cibi, all’interno della dieta mediterranea, che possono essere considerati migliori alleati della nostra salute. Tra questi troviamo: verdure, pesce, frutta, noci, cerali e l’olio d’oliva.

Mangiare bene fa bene alla nostra e per questo motivo vi consigliamo sempre di aderire a uno stile alimentare quanto più vicino possibile a quello della dieta mediterranea…ovviamente fatta eccezione per eventuali cibi che vi provochino intolleranze o allergie!

Bibliografia scientifica: