Come abbassare la pressione arteriosa?

191

Corri che ti passa

Come abbassare la pressione arteriosa? Ogni tipo di attività fisica fa bene a chi la pratica e anche alla pressione. Fermo restando le specifiche controindicazioni relative allo stato di salute di ognuno, muoversi, allenarsi, fare sport aiuta a mantenere in forma corpo e spirito. L’organismo ne riceve benefici dal punto di vista del tono muscolare, del controllo del peso, della circolazione, in pratica di qualsiasi suo apparato e una regolare attività fisica fa bene anche all’umore, aiuta a “depotenziare” lo stress e a scaricare tensione. Le possibilità di praticare esercizio fisico sono tantissime, che si scelgano sport in acqua o in palestra, individuali o a squadre, di origine orientale o di tradizione occidentale.

Ma il più semplice da fare, perché del tutto libero da imposizioni di orari e strutture, e il meno costoso, perché non necessita né di un’iscrizione in palestra né di attrezzatura particolarmente complessa, è la corsa. Correre fa bene: aiuta a tenere sotto controllo il peso e gli zuccheri nel sangue, migliora lo stato della circolazione sanguigna, dà una mano anche all’umore.

Come abbassare la pressione arteriosa correndo?

La corsa è un’attività fisica, e in quanto tale ci sono delle regole da seguire, un abbigliamento adatto da utilizzare, non bisogna esagerare, soprattutto all’inizio, e come ogni altro sport, prima è necessario chiedere il parere del medico. Dopodiché, bastano le scarpe giuste, qualche accortezza e la voglia di riscoprire la gioia di correre. Per avere effetti positivi sulla salute del cuore basta correre una decina di chilometri alla settimana, senza strafare.
Lo afferma una revisione degli studi sul tema dei ricercatori dell’Ochsner Medical Center di New Orleans, pubblicato dai Mayo Clinic Proceedings. I ricercatori hanno revisionato tutti gli studi successivi al 2000 che avevano almeno 500 partecipanti, seguiti per almeno 5 anni. Una quantità moderata di corsa, corrispondente a 8-10 chilometri a settimana, ovvero 20-30 minuti un paio di volte ogni sette giorni, dà, secondo gli esperti, i benefici maggiori sia in termine di salute cardiovascolare che di controllo del peso, oltre a diminuire il rischio di artrite e di alcuni tumori. Qualche chilometro in più non è deleterio, spiega Carl Lavie, uno degli autori, al New York Times, perché permette un migliore controllo del peso e dà la possibilità di assumere più calorie. «Tuttavia ci dovrebbe essere un limite superiore se l’obiettivo principale è migliorare la salute – sottolinea – Qualche studio suggerisce ad esempio che correre intensamente per più di un’ora al giorno aumenta leggermente il rischio di problemi cardiovascolari oltre che quello di infortuni legati alla corsa».

Anche se fa freddo una sana corsetta può essere la risposta alla tua domanda su come abbassare la pressione arteriosa.

Bibliografia scientifica di seguito: