Camminare fa bene a cuore e pressione

244

Camminare fa bene al nostro corpo si sa; si sa anche che fare attività fisica in modo adeguato e costante ci aiuta a mantenere in salute il nostro cuore e quindi tutto il nostro organismo.

Come l’attività fisica può aiutarci a gestire i livelli di pressione arteriosa?

Innanzitutto si deve premettere che le linee guida consigliano di svolgere esercizio aerobico per trattare nel modo corretto l’ipertensione arteriosa. Ovviamente lo sforzo non deve essere eccessivo, altrimenti si rischia di peggiorare la situazione. Recenti studi hanno confermato come ad esempio camminare a passo svelto sia ottimo per il mantenimento nella norma dei livelli di pressione arteriosa e colesterolo.

Evidenze che camminare fa bene alla pressione

Uno studio pubblicato sul Clinical and Experimental Hypertension ha valutato l’effetto positivo apportato dal camminare nei pazienti ipertesi. Sono stati coinvolti 65 pazienti con ipertensione, 39 donne e 26 uomini tutti tra i 50 e i 70 anni di età, trattati o non trattati. È stato chiesto ai soggetti coinvolti di effettuare misurazioni della pressione in diversi momenti della giornata così da poter valutare il trend pressorio ed eventuali oscillazioni (in ufficio, a casa oppure sfruttando il metodo del monitoraggio delle 24 ore). I pazienti sono stati invitati a fare una passeggiata quotidiana che durasse dai 30 ai 60 minuti, l’importante è che fossero raggiunti i 10 000 passi al giorno per un periodo di 8 settimane.
I risultati raccolti hanno evidenziato come svolgere quotidianamente una passeggiata, ma soprattutto avere la costanza di mantenere questa buona abitudine nel tempo, possa essere davvero efficace nel ridurre e gestire i livelli alti di pressione arteriosa, e quelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Per questo motivo diciamo che camminare fa bene alla vostra pressione e alla salute in generale. Cari ipertesi vi raccomandiamo di svolgere sempre attività fisica, come avete visto non c’è bisogno di strafare rischiando di farsi del male, la cosa più importante è che ci sia costanza nel tempo, solo così potrete prevenire e combattere le malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa e l’ipercolesterolemia.

Bibliografia scientifica di seguito: