Benefici dell’olio d’oliva sulla pressione

556

L’olio d’oliva è un valido alleato della nostra salute, consumarlo in modo regolare apporta moltissimi benefici anche al nostro cuore. Vi ricordiamo che per prevenire, controllare e gestire malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa si deve avere un’alimentazione sana ed equilibrata. La dieta che più volte abbiamo consigliato è quella mediterranea e tra i generi alimentari contenuti in questa c’è sempre l’olio d’oliva o l’olio extravergine d’oliva.

A cosa sono dovuti i benefici dell’olio d’oliva

Diversi studi evidenziano che i benefici dell’olio d’oliva sulla salute sono apportati dalla quantità di polifenoli contenuti nel dorato condimento. I polifenoli sono sostanze antiossidanti che contribuiscono a ridurre l’ipertensione e a proteggere il sistema cardiovascolare. Gli antiossidanti, come sappiamo, intervengono in modo attivo sull’azione negativa svolta dai radicali liberi, questi infatti aumentano i processi di invecchiamento delle cellule e innalzano i livelli di pressione arteriosa.
Inoltre un regolare consumo di olio d’oliva aumenta la circolazione del colesterolo HDL o buono (che pulisce le nostre arterie, a differenza di quello “cattivo”, che le ostruisce) e riduce lo stress ossidativo dell’LDL, e quindi anche la tendenza all’aterosclerosi. Tutti questi benefici dell’olio d’oliva lo rendono un vero e proprio alleato della nostra salute garantendoci un minor rischio di incappare in malattie del sistema cardiocircolatorio, inclusi ictus e ischemie.

Lo studio

Uno studio condotto su 76 soggetti ha evidenziato che il consumo regolare dell’olio extra vergine d’oliva come condimento abbassa i livelli di pressione arteriosa sia sistolica che diastolica. Per questo motivo gli esperti sono d’accordo nel consigliarlo alle persone ipertese e anche per controllare o prevenire l’innalzamento della pressione arteriosa.
Vi raccomandiamo però di prestare attenzione a due fattori: la quantità dell’olio che andrete a consumare e il modo in cui lo conserverete.
L’olio, infatti, è un condimento molto calorico; non bisogna per questo motivo esagerare con il consumo, specie quando si ha necessità di controllare il peso corporeo.
Va conservato sempre in un luogo fresco e asciutto e consumato entro 12/18 mesi dalla data di produzione.

Per vivere in salute dobbiamo sempre sfruttare i prodotti delle nostre terre che in modo sano ci aiutano ad avere una dieta equilibrata.

Bibliografia scientifica di seguito: