Benefici della corsa sull’apparato cardiovascolare

243

Fare attività fisica non è solo un’attività ma un vero e proprio stile di vita. Restare troppo tempo seduti senza fare movimento infatti fa male alla nostra salute. Prevenire è meglio che curare e svolgere attività in maniera moderata e costante ci aiuta ad abbassare e controllare i livelli di pressione arteriosa, diminuendo sensibilmente il rischio di incappare in malattie cardiovascolari.
Diversi studi dimostrano come la corsa sia considerata una disciplina sportiva alla portata di tutti. Può praticarla chiunque per ottenere dei benefici, infatti, non è necessario avere un ritmo sostenuto di corsa, ma l’importante è svolgere almeno 3 sessioni a settimana della durata minima di 30 minuti.

Benefici della corsa nel soggetto iperteso

Diversi studi evidenziano che nel soggetto iperteso l’attività svolta deve essere di tipo aerobico. Per avere sempre più benefici sulla nostra salute, prima di tutto dobbiamo allenare il nostro cuore. Per questo motivo si deve

  • dedicare tempo alla sola corsa aerobica, privilegiando distanze lunghe, mantenendo sempre un ritmo moderato ed equilibrato.
  • durante l’allenamento vanno evitate scatti o allunghi perché non è consigliabile che si effettui un repentino cambio nel ritmo di corsa.

Corsa o camminata sostenuta?

Uno studio ha voluto mettere a confronto i benefici della corsa con quelli ottenuti dalla camminata veloce su ipertensione, colesterolo e diabete. È risultato che a parità di spesa energetica consumata durante una camminata moderata o una corsa, i risultati positivi ottenuti per diverse malattie cardiovascolari sono molto simili. Infatti questi due tipi di attività fisica hanno dimostrato entrambi di ridurre il rischio di ipertensione, ipercolesterolemia e diabete.

Sorprendentemente il cammino è risultato avere un effetto positivo di poco superiore alla corsa per quanto riguarda ipertensione e ipercolesterolemia. Inoltre la riduzione del rischio di diabete non è risultato significativamente diverso tra coloro che correvano e coloro che camminavano a passo sostenuto.

Ma è bene precisare che questo studio non tiene conto dei benefici apportati dalla riduzione del peso corporeo, che giustamente risulta essere più elevato con la corsa, in quanto vengono bruciate un maggior numero di calorie. Quindi fate attenzione, non stiamo dicendo di preferire il cammino alla corsa, ma solo che camminare a passo sostenuto ha dei benefici sulla pressione.

L’attività fisica può aiutarci a mantenere un buon stato di salute generale e a prevenire e combattere le malattie cardiovascolare. Il soggetto iperteso deve allenarsi con la maggior frequenza possibile, solo così potrà sfruttare al massimo i benefici della corsa sulla proprio andamento pressorio.

Bibliografia scientifica di seguito: