Amaranto, un alleato del sistema cardiovascolare

192

L’amaranto può essere un vero e proprio alleato della nostra salute.

Ricco di vitamine, potassio e magnesio ci aiuta a prevenire e combattere le malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa.

L’amaranto appartiene alla categoria dei “pseudocereali”, ossia piante che, pur non facendo parte delle graminacee, hanno contenuti nutrizionali simili ai cereali.
Secondo gli studi effettuati sulle antiche popolazioni dell’America centrale, l’amaranto era, insieme a mais e quinoa, l’alimento fondamentale per Aztechi ed Incas.

Benefici dell’amaranto sulla nostra salute

L’amaranto contiene più di tre volte la quantità media degli altri cereali di alcune sostanze come il calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio e vitamina C. Le ricerche che sono state condotte sull’amaranto utilizzato in una dieta sana hanno rivelato ragioni importanti per cui il suo utilizzo è ottimale nella prevenzione e nel controllo delle malattie cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa.

Vitamina C alleata per combatte i livelli di pressione alta

È emerso da svariati studi clinici che la vitamina C, infatti, riduce la pressione alta e migliora la funzione vascolare. I ricercatori hanno scoperto che l’assunzione di una media di 500 milligrammi di vitamina C al giorno, circa cinque volte il fabbisogno giornaliero raccomandato, ha ridotto la pressione di 3,84 millimetri di mercurio a breve termine. Tra le persone con diagnosi di ipertensione, il calo è stato di quasi 5 millimetri di mercurio. Questi risultati possono essere sufficienti per ridurre drasticamente il rischio cardiovascolari e ictus, in milioni di adulti con diagnosi di ipertensione lieve.

L’amaranto per la salute dell’apparato cardiovascolare

L’amaranto contiene fitosteroli in elevate quantità e, dunque, può essere utile per mantenere il colesterolo cattivo nella norma e per aiutare a ridurlo, quando è troppo elevato. In uno studio condotto in Russia nel 2007, pazienti con malattie coronariche e ipertensione, nella cui dieta era stato introdotto l’amaranto, hanno ottenuto benefici sui valori di pressione arteriosa, colesterolo totale, colesterolo LDL (quello cattivo) e trigliceridi.

Un concentrato di proteine

Con un contenuto proteico del 13-14%, supera quello della maggior parte dei cereali e si può dire che le proteine dell’amaranto siano complete perché contengono anche la lisina, un amminoacido assente o trascurabile nei cereali. Questa caratteristica lo rende un ottimo sostituto delle proteine di origine animale, per chi voglia seguire una dieta vegetariana. È ricchissimo di fibre alimentari e di calcio; contiene, inoltre, una buona quota di fosforo, ferro, magnesio, vitamine del complesso B e vitamina C.

Gluten free e quindi molto digeribile e adatto per tutti

L’amaranto è naturalmente privo di glutine, quella proteina contenuta in molti cereali nota per dare elasticità alla pasta, consentire la lievitazione, e contribuire alla masticabilità dei prodotti da forno. Completamente privo di glutine, è adatto anche a chi soffre di celiachia.

Altre proprietà benefiche

Le foglie della pianta di amaranto sono più ricche di ferro rispetto ai semi e possono essere cucinate in maniera simile agli spinaci.
Grazie all’assenza di glutine e all’elevato contenuto di fibre, l’amaranto è particolarmente digeribile ed è consigliabile anche per le persone con disturbi a livello gastrointestinale. Per lo stesso motivo, è un alimento adatto anche alla dieta degli anziani. Può, inoltre, essere inserito nell’alimentazione del bambino sin dalle prime fasi dello svezzamento.
L’amaranto con le sue proprietà benefiche può aiutarci a prevenire, combattere e controllare le malattie cardiovascolari. Essendo ricco di vitamina C abbassa in modo naturale i livelli di pressione arteriosa ed essendo privo di glutine è molto digeribile e adatto per ognuno di noi.

Nonostante il consumo di questo pseudocereale sia poco comune nella dieta mediterranea, noi di AMICOMED ne consigliamo l’utilizzo per le sue proprietà benefiche e per i suoi valori nutrizionali.

Bibliografia scientifica di seguito:

  • Effects of the Dietary Addition of Amaranth (Amaranthus mantegazzianus) Protein Isolate on Antioxidant Status, Lipid Profiles and Blood Pressure of Rats. Plant Foods Hum Nutr. 2015 Oct Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26497504
  • Effect of supplementation of drumstick (Moringa oleifera) and amaranth (Amaranthus tricolor) leaves powder on antioxidant profile and oxidative status among postmenopausal womenJ Food Sci Technol. 2014 Nov; 51(11): 3464–3469. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4571214/